Marco Signor e Patrick Bernardi su Ford Focus WRC si impongono nel 49° Rally del Salento, terzo atto del Campionato Italiano WRC

Gara impeccabile senza mai un errore, una sbavatura, primi sin dalle battute iniziali, hanno tenuto il comando della gara senza mai lasciarlo.

Una vittoria inseguita e ottenuta con la massima determinazione questa in sintesi la gara dei vincitori del 49°Rally del Salento, terza prova a coefficiente 1,5 del Campionato Italiano Wrc organizzata dall’Automobile Club di Lecce e andata in scena sulle impegnative e apprezzate arterie asfaltate della provincia pugliese. Marco Signor e Patrick Bernardi a bordo di una Ford Focus Rs Wrc hanno trionfato dopo 8 prove speciali salendo sul palco d’arrivo di Piazza Mazzini a Lecce da vincitori. Il duo veneto che per l’occasione ha vestito i colori della locale Scuderia Casarano Rally Team non ha praticamente avuto rivali. Si è insediato al comando sin dalla prima prova speciale senza mai rallentare il ritmo nemmeno quando il vantaggio si era fatto consistente primeggiando in sei prove speciali, bissando così il successo ottenuto sempre in questa gara e su questa vettura nell’edizione 2014 e tenendo aperte le speranze di riagguantare la corsa verso il titolo.rnrnNulla da fare per la qualificata concorrenza che ha trovato in Luca Pedersoli e Matteo Romano l’avversario più veloce. Dopo aver perso secondi preziosi nelle prime due prove speciali a causa di un errata scelta d’assetto, l’accoppiata bresciana del team D Max ha tirato fuori il meglio dalla loro Citroen C4 Wrc risalendo al secondo posto e consolidando via via la posizione che gli consente di mantenere la leadership del campionato davanti a Tobia Cavallini. E proprio il pilota toscano navigato da Sauro Farnocchia su una Ford Fiesta Wrc si è reso protagonista di una bella gara conclusa con la conquista di un meritato terzo posto nell’assoluta firmando il miglior tempo sulla ps2.rnrnAccesa e spettacolare la bagarre per il quarto posto che ha visto lottare fino all’ultima prova rnFrancesco Rizzello e Paolo Porro con il pilota lariano navigato da Anna Tomasi che per tutta la gara ha patito problemi alla sua Ford Focus Rs Wrc. A lungo quinto Porro è stato l’unico a interrompere l’assolo di giornata di Signor vincendo la penultima ps, un successo che gli aveva permesso di scavalcare il driver salentino che in coppia con Monica Cicognini ha poi sferrato l’attacco sul tratto conclusivo che gli è valso la riconquista per poco più di un secondo della quarta posizione. Risultato importante questo per Rizzello che in avvio ha occupato anche la seconda piazza, ottenuto alla sua prima gara sulla Citroen Ds3 Wrc. Alle spalle di Porro hanno chiuso Andrea Minchella e Felice Pizzuti, primi tra le non Wrc con la Ford Fiesta R5 che dopo la vittoria nel Rally Città di Casarano hanno confermato di trovarsi a proprio agio sulle difficili e selettive strade salentine. Settima posizione finale e successo tra le S2000 invece per Giuseppe Bergantino e Michela Di Vincenzo che hanno saputo anche loro gestire bene una gara molto difficile. Il pilota foggiano stava costruendo un altro piccolo capolavoro lottando ad armi pari con colleghi dotati di vetture più fresche della sua. Partito con grande ritmo è stato costretto poi ad arretrare in classifica da metà gara per via di una foratura all’anteriore destra e una successiva divagazione che gli ha fatto perdere secondi preziosi.rnLa top ten assoluta è stata completata da Efrem Bianco e Dino Lamonato alla loro seconda gara sulla Skoda Fabia R5, quindi in cerca costante del miglior dialogo con la vettura, da Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi che per il secondo anno consecutivo si aggiudicano con la Renault New Clio Sport la classe R3 e il successo tra le vetture a due ruote motrici e Fernando Primiceri e Mauro Plantera che al termine di un entusiasmante batti e ribatti con Lorenzo Della Casa e Michele Ferrara, Ford Fiesta Wrc sono riusciti a prevalere nella lotta per il decimo posto malgrado un “lungo” sul primo passaggio di Specchia che ha danneggiato l’anteriore della sua Peugeot 208 T16 R5.rnrnNella Suzuki Rally Cup che vede protagoniste le New Swift Sport di classe R1B ha vinto l’aostano Corrado Peloso in copia con Paolo Carrucciu. Anche loro bissano il successo ottenuto su queste stesse strade nel 2012.rnDei 56 equipaggi che hanno preso il via hanno concluso la gara in 40. rnrnrnCampionato Italiano WRC – 49°Rally del Salento, Classifica Finale Assolua.rn1.Signor-Bernardi (Ford Focus Rs WRC) in 1h07m45.5srn2.Pedersoli-Romano (Citroen C4 WRC) +48.4srn3.Cavallini-Farnocchia (Ford Fiesta WRC) +1m00.5s rn4.Rizzello-Cicognini (Citroen Ds3 WRC) +1m03.8srn5.Porro-Tomasi (Ford Focus Rs WRC) +1m04.9srn6.Minchella-Pizzuti F. (Ford Fiesta R5) +2m58.8srn7.Bergantino-Di Vincenzo (Peugeot 207 S2000) +3m42.6srn8.Bianco-Lamonato (Skoda Fabia S2000) +5m20.7srn9.Vescovi-Guzzi (Renault New Clio Sport R3C) +5m26.4srn10.Primiceri-Plantera (Peugeot 208 T16 R5) +6m19.0srnrnCampionato Italiano Wrc – Classifica.rn1.Pedersoli 39 punti; 2.Cavallini 35 punti; 3.Porro 24 punti; 4.Signor 22,5 punti; 5.Fontana C. 12 punti.