Che nomi al Rally Dolomiti Historic!

Chiuse le iscrizioni, si sono contate 56 adesioni: 25 nel rally e 31 nel revival di regolarità sport. Dopo 32 anni si rinnova la sfida tra “Tony” e “Lucky”!

Cortina d’Ampezzo (BL), 8 giugno 2016 – Marzo 1984: il Campionato Italiano Rally “Open” prende il via in Sicilia con la disputa della Targa Florio. La classifica finale vede “Tony” aggiudicarsi il rally alla guida della Lancia Rally 037 Gruppo B in livrea “Goldie Italia” e alle sue spalle si piazza la Ferrari 308 GTB di “Lucky”. Giugno 2016: trentadue anni dopo Antonio Fassina “Tony” e Luigi Battistolli “Lucky” si ritroveranno avversari in un rally! Si sono infatti da poco chiuse le iscrizioni al 5° Rally Dolomiti Historic e al Revival regolarità sport e nell’elenco del rally spiccano molti nomi interessanti con la “chicca” della rinnovata sfida tra i due campioni veneti che si presentano al via con due vetture che replicano quelle utilizzate nel 1984; per “Tony” sul sedile di destra della 037 siederà Marco Verdelli mentre “Lucky” ritroverà Luigi Cazzaro a navigarlo sulla Ferrari 308.rnrnPer la gioia del pubblico e degli addetti ai lavori, saranno ben tre le “zero” al via, grazie alle adesioni di Paolo Baggio, secondo lo scorso anno, qui nuovamente in coppia con Flavio Zanella e a quella di Marco Bianchini con Silvio Stefanelli alle note, per la prima volta iscritto al Dolomiti. Di certo non staranno a guardare gli altri equipaggi veneti, veri e propri habitué del rally bellunese, con Giampaolo Basso alla ricerca del bis dopo la vittoria del 2012 con la stessa Porsche 911 RSR Gruppo 4 che dividerà con Francesco Zannoni, o Agostino Iccolti anch’egli sulla coupè di Stoccarda in coppia con Giuseppe Ferrarelli. Non potevano mancare Giorgio Costenaro e Sergio Marchi con l’unica Lancia Stratos in gara e Lorenzo Delladio con Remo Bazzanella sulla Porsche 911 Sc. L’acquisita validità per il C.E.Z. Central Europe Zone richiama anche il veronese Vittorio Policante al debutto stagionale sull’Opel Ascona SR in coppia con Matteo Valdegamberi e dalla Toscana tornano al Dolomiti Marco Nuti e Andrea Guerretti con l’ammiratissima Renault 5 Turbo. Tre gli equipaggi stranieri presenti: dalla Germania Peter ed Ellie Goeckel con l’Opel Kadett SR e nella regolarità i polacchi Szostak su Lancia Beta coupè e dalla Repubblica Ceca Uhrik con la rara Skoda 1000 MB, entrambi già presenti nel 2015.rnrnSfida di alto livello promette anche la gara della regolarità sport, quinto appuntamento del Trofeo Tre Regioni che ritroverà gli sfidanti delle ultime gare a partire dai componenti del podio del recente Campagnolo, Giordano Mozzi, Maurizio Senna e Sandro Martini con Andrea Giacoppo che si classificò quarto, ma è facile prevedere nella sfida per la vittoria anche i nomi di Pietro Iula, Mauro Argenti e Adriano Pilastro.rnrnAd aggiungere interesse alla manifestazione anche i premi speciali che andranno ad aggiungersi a quelli d’onore previsti dal regolamento: i vincitori del rally e del revival si aggiudicheranno l’iscrizione automatica al R.A.A.B. Historic che si correrà a Castiglione dei Pepoli (BO) a fine luglio e; in palio anche il particolare e prestigioso trofeo messo in palio da Domina Crystals per il più veloce nel rally, oggetto che da alcuni giorni è esposto nella vetrina della Gioielleria Verni in Corso Italia a Cortina d’Ampezzo.