Ciao Piro

Quando un pilota non lo conosci di persona è forse più semplice darne notizia. Che si parli di una vittoria o di una sconfitta o di una perdita, come quella del “Piro”.

Quando invece lo conosci, come abbiamo avuto il previlegio di conoscerlo noi, allora ti si stringe il cuore perchè lui, Fabrizio Pirovano, era uno di quei piloti normali. Non se la tirava, si concedeva al pubblico, ai giornalisti, e con tutti aveva sempre un sorriso sulle labbra da regalare. Amato da tutti, anche dai suoi avversari in pista. rnrnrn[showpicc]dsc_9906.jpg[/showpicc]rn

il “Piro” con Pierfrancesco “Frankie” Chili alla mostra “25 anni di Superbike”, Monza 2012

rnrnrnNato e cresciuto attaccato all’Autodromo di Monza e con la passione delle due ruote. Prima il motocross e poi la pista. Ha collezionato tante vittorie e soprattutto la fama di essere il Re di Monza. Imbattibile sul suo circuito di casa.rnrn[showpicr]dsc_1107.jpg[/showpicr]rnNon vogliamo raccontrarvi la cronaca delle sue vittorie, lo faranno già in tanti. Il Piro noi ve lo vogliamo raccontare per un aneddoto capitato proprio a Monza nel maggio 2012. La domenica mattina, prima di gara 1, c’era grande fermento in griglia perchè il cielo era minaccioso e le nuvole cariche di pioggia. Fabrizio era lì in pista con tutti gli altri tecnici e i piloti che avrebbero dovuto correre la gara. Viene presa la decisione di annullare la corsa.rnrnIncontrando il Piro gli chiesi: Fabrizio, ma secondo te è giusto aver annullato la gara?rn“Guarda, io so solo che tra un po smette e la gara si può fare lo stesso. Ma questi (piloti ndr) sono tutti dei fighetti. Hanno paura di bagnarsi. Ai nostri tempi se pioveva ci divertivamo di più. E poi mica avevamo tutti i meccanici e i tecnici di adesso. Tu ti preparavi la moto, te la caricavi e te la portavi in pista…”.rnrnEcco, era lì che capivi quanta passione correva nel suo sangue per uno sport che è stata la sua ragione di vita. Quando ti raccontava delle sue gare e delle sue moto. rnrn[showpicl]dsc_9922.jpg[/showpicl]rnErano tante le occasioni in cui ci incontravamo, e lui aveva sempre un sorriso e qualche ricordo da raccontarci. Un giorno a pranzo ci raccontò del suo male e della sua battaglia. Gli leggevi in faccia che era amareggiato per quello che gli era capitato ma allo stesso tempo aveva la grinta di chi quel male lì lo avrebbe sconfitto proprio come faceva con i suoi avversari sul circuito di Monza.rnrnSarà proprio sul suo circuito brianzolo, il suo Autodromo di Monza, che il mondo delle due ruote, i suoi tifosi e tutti quelli che lo hanno amato potranno rendergli omaggio domani come riportato nella nota ufficiale del comunicato stampa qui di seguito.rnrnrnrn[showpicc]sbk_0801_davide_pirovano.jpg[/showpicc]rn

il “Piro” premia la Superpole di Davide Giugliano a Imola 2015 (ph Otto Moretti)

rnrnrn[showpicc]13443055_1292619810778385_3870212736923294839_o.jpg[/showpicc]rn

Fabrizio Pirovano e Davide Giugliano (ph. Otto Moretti)

rnrnrnrn[ligne][/ligne]rn[ligne][/ligne]rnrnFabrizio Pirovano, l’ultimo saluto all’Autodromo Nazionale MonzarnrnCorteo in pista aperto a tutti i motociclisti per un tributo al re di Monza.rnrnIl motociclista Fabrizio Pirovano ha lasciato per sempre i suoi cari domenica mattina all’età di 56 anni, stroncato da un male incurabile. Per espresso volere del campione e della famiglia, l’ultimo saluto avverrà domani, martedì 14 giugno, all’Autodromo Nazionale Monza.rnrnAmici, tifosi e appassionati potranno dire addio al re di Monza nella camera ardente allestita all’interno del box 10 dell’Autodromo a partire dalle 11.30 di martedì. Il feretro sfilerà poi nel circuito per un ultimo giro di pista alle 15 e infine il commiato sotto il podio.rnrnTutti i biker potranno seguire il corteo funebre in pista con la propria moto. Il pubblico presente senza motociclette, seguirà invece la cerimonia dalla tribuna centrale e dalla terrazza panoramica sopra la pit lane. Dopo il saluto di suffragio, la salma proseguirà per il tempio crematorio.rnrn(Le moto potranno posteggiare nel paddock 1, le automobili nel paddock 2)rnrn[ligne][/ligne]rn[ligne][/ligne]rnrnrnrnCiao Fabrizio, ci mancherai!

rnrnrn

Angela Cacamo