Scatta l’Italian Baja

I mostri della Dakar si sfidano lungo le grave del fiume Tagliamento e nella campagna friulana.

Pordenone, 23 giugno 2016 – Scatta domani la 23esima edizione dell’Italian Baja, quinta prova del FIA World Cup Cross Country Rally e prima del Campionato Italiano Cross Country Rally. Durante i tre giorni di gara, su tracciati disegnati lungo le grave del fiume Tagliamento e nella campagna friulana, si sfideranno piloti e team di cinque continenti ed i campioni italiani della specialità.rnrnUna specialità che vede in gara i mostri che abitualmente si sfidano nei raid internazionali come la Dakar impegnati in durissime e lunghe prove cronometrate. La gara è organizzata dal Fuoristrada 4×4 Club Pordenone e promossa da Automobile Club Pordenone.rnrnAl via da Cordenons, brilla la stella francese di Stephan Peterhansel. “Monsieur Dakar” si presenta assieme alla moglie Andrea Mayer a bordo di un inedito side by side Yamaha YXZ 1000 R. Ma la tappa italiana del mondiale, propone la sfida al vertice tra Nasser Al Attiya, eclettico sportivo qatariota che si propone al volante della Toyota Hilux Overdrive, ed il russo Vladimir Vasilyev secondo del ranking generale a bordo Bmw X3, precedendo Yazeed Al Rajhi della Mini All 4 Racing, terzo. Sfida stellare, dunque, nella quale sapranno inserirsi il russo Boris Gadasin, tre volte vincente a Pordenone, e gli specialisti italiani.rnrnLorenzo Codecà è la perla del Tricolore che con la Suzuki Grand Vitara V6 T1 punta a posizioni nobili della gara assoluta, come può farlo il veneto Elvis Borsoi, finalmente dotato di un competitivo Toyota tutto italiano griffato Toyodell.rnrnDa seguire la gara del trevigiano Alessandro Uliana, esordiente pilota ufficiale Suzuki al volante del secondo Grand Vitara. Dopo venti anni di rally, tante affermazioni nelle varie categorie, Uliana, debutta nel Cross Country all’Italian Baja, a bordo del secondo Grand Vitara T1 schierato da Suzuki Italia, affiancando ufficialmente l’equipaggio di punta Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo. Un programma premio per le vittorie ottenute da Uliana con la Swift Sport 1600, nella Suzuki Rally Trophy.rnrnDa seguire anche l’altro rallista, il friulano Fabrizio Martinis con un Isuzu DMax. Di assoluto interesse sono i rientri di Andrea Tomasini con un Peugeot Proto e di Valter Benazzato su un Nissan Patrol. Mauro Vagaggini sale su di un Mitsubishi Pajero, mentre l’ex velocista Emilio Ferroni, vincitore dell’ultimo round della serie italiana, porta all’esordio una nuova versione del Suzuki Grand Vitara, Paolo Cau s’affida ad un Pajero in versione Proto mentre il veloce modenese Andrea Toro, lascia in garage il suo prototipo tubolare per salire su di un Nissan Patrol.rnrnNella categoria dei fuoristrada di serie, è Lorenzo Traglio a puntare al massimo risultato con il Nissan Patrol Tecnosport, incrociandosi con la neozelandese Emma Gilmour su Mitsubihsi Pajero Ralliart Offroad Italy del programma FIA Women in Motorsport e soprattutto con Andrea Lolli oppure Andrea Luchini, l’emiliano ed il toscano sempre in grande evidenza con i Suzuki Grand Vitara.rnrnIn tema di rallisti d’assoluto valore, si segnala al via Michele Cinotto, su Polaris Razor, già vincente alla Dakar della categoria T3, affiancato dai figli Carlo e Pietro al volante di altri due Polaris.rnrnScatta da Cordenons anche il Suzuki Challenge 2016. Per la diciassettesima volta consecutiva, il monomarca che afferma il DNA sportivo dei Grand Vitara 1.9 DDiS si presenta sulla scena nazionale e nell’ambito delle stesse prove del campionato italiano. Una decina i concorrenti che animeranno le sei tappe a calendario, sei gli iscritti alla tappa friulana. Atteso il duello tra il plurivincitore modenese Andrea Lolli ed il toscano Andrea Luchini, ma il veloce siciliano Alfio Bordonaro, oppure nel rodigino Mauro Cantarello sapranno inserirsi. All’esordio Andrea Alfano, mentre da tenere d’occhio è il milanese Armando Accadia unico pilota presente alla prima gara e a tutte le edizione del Suzuki Challenge.rnrn115 gli iscritti all’Italian Baja tra auto, moto e quad. Il via da piazza della Vittoria a Cordenons, domani venerdì 24 e la Super Special Stage sul Meduna. Cinque i settori selettivi, per una Time Table da venti ore di gara su due giorni e mezzo, un tracciato di gara da 560 chilometri. Arrivo domenica 26 giugno, ore 16.30 a Pordenone Fiere.rnrnrnCalendario gare: 26 giugno Italian Baja; 10 luglio Baja San Marino; 18 settembre Nido dell’Aquila; 1 ottobre Baja Costa Smeralda; 23 ottobre Baja Puglia e Lucania; 20 novembre Baja d’Autunno.