A Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo, Suzuki Grand Vitara, la 33a edizione dell’Italian Baja, la prima del Campionato Italiano Cross Country

Al Attyah e Baumel, Toyota Hilux Overdrive, s’aggiudicano la gara di Coppa del Mondo.

Pordenone, 26 giugno 2016 – Straordinario weekend motoristico sulle piste sterrate lungo il fiume Tagliamento e nelle campagne adiacenti, con i protagonisti del Cross Country, sia a livello mondiale, sia a livello nazionale che si sono dati battaglia per tre giorni lungo gli oltre 300 chilometri cronometrati della Italian Baja, gara organizzata dal Fuoristrada Club 4×4 Pordenone insieme all’Automobile Club della bella città friulana.rnrnAlla fine per quanto riguarda la gara di Coppa del Mondo la vittoria è andata al pilota qatariano Nasser Al Attiyah, su Toyota Hilux Overdrive, che ha preceduto i russi Vladimir Vasiliev, Bmw X3 e Boris Gadasin, G Force Proto. Il tutto al termine di una corsa che ha visto continui stravolgimenti e che ha visto alternarsi al comando anche le Mini dello statunitense Menzies e del saudita Alrjhi, sempre velocissimi.rnrnVittoria di forza invece per quanto riguarda il tricolore Cross Country per il milanese Lorenzo Codecà, in coppia Bruno Fedullo su Suzuki Grand Vitara T1. Al secondo posto hanno chiuso Andrea Lolli in coppia con Francesco Facile, Suzuki Grand Vitara T2 a 14’49”, che hanno così portato alla doppietta la Casa di Hamamatsu. Con il Grand Vitara 1.9 DDiS, Lolli si è anche aggiudicato il primo appuntamento del Suzuki Challenge. Terzo, alla fine, si è piazzato Carlo Cinotto insieme a Marco Arnoletti, PolarsiRazor 1000, con un distacco di 15’45”rnrnGrande interesse infine per la gara di Peterhansel. Il plurivincitore della Dakar, sia con le moto che con le auto, era alla guida di una per lui inedita Yamaha YXZ 1000 R, una vettura T3 non omologata FIA, in coppia con sua moglie Andrea Mayer. Una gara del tutto sperimentale per il francese, che però è riuscito ugualmente a realizzare qua è là tempi di assoluto rilievo.rnrnLa prima gara del Suzuki Challenge registra quindi la vittoria del modenese Lolli, precedendo il pilota di Varese Alfano, terzo s’è piazzato il milanese Accadia, davanti a Bordonaro.rnrnSono Morra e Mariani a vincere la gara del Gruppo TH a bordo del Mitsubishi Pajero, con 53’51” di vantaggio su Bevilacqua e Maggiolino, Suzuki Grand Vitara, mentre terzi sono Lops – Briani su Suzuki Grand Vitara 2.0.rnrn rnrnClassifica finale: 1. Codecà – Fedullo ( Suzuki Grand Vitara 6v) in 4h10’58; 2. Peterhansel – Mayer (Yamaha Yxz 1000 R) a 6’29”; 3. Lolli – Facile (Suzuki Gran Vitara) a 14’49; 4. Cinotto – Arnoletti (Polaris Razor 1000) a 15’45”; 5. Alfano – Marsiglia (Suzuki Grand Vitara) a 16’34; 6. Cinotto – Dominella (Polaris Rz 1000) a 19’18”; 7. Ferroni – Fiorini (Suzuki Grand Vitara) a 28’52; 8. Morra – Mariani (Mitsubishi Pajero) a 29″11; 9. Vagaggini – Perissinotti (Mitsubishi Pajero) a 37’20; 10. Rossi – Briani (Nissan Pathfinder Lr50) a 44’54.rnrn rnrnCalendario gare: 26 giugno Italian Baja; 10 luglio Baja San Marino; 18 settembre Nido dell’Aquila; 1 ottobre Baja Costa Smeralda; 23 ottobre Baja Puglia e Lucania; 20 novembre Baja d’Autunno