Il Rally del Tirreno si mette in moto

Motori accesi da domani mattina con lo shakdown. Candidati al successo da tutta Italia tra i 92 iscritti alla gara della Top Competition unica prova di Coppa Italia in Sicilia. Start un minuto dopo la mezzanotte e traguardo domenica 7 agosto alle 10.30 a Villafranca Tirrena.

Il 13° Rally del Tirreno è pronto per regalare una notte ad altra adrenalina alla provincia di Messina. Entra nel vivo domani, sabato 6 agosto la gara organizzata dalla Top Competition valida per La Coppa Italia 3^ Zona, il Campionato Regionale (Ceoff 1,5), il Trofeo Rally Sicilia (Coeff 2), oltre al Campionato Siciliano Under 25, Peugeot Competition Regionale (Coeff. 1,5) e Trofeo Renault Clio R3 ed R3T, con le ammirate autostoriche. Le strade a ridosso dei Monti Peloritani sono sempre spettacolari ed affascinanti e piacciono ai migliori piloti in arrivo dall’intera penisola,oltre che dalla Sicilia, che si sfideranno lungo 9 prove speciali. Per i 92 equipaggi iscritti, che rappresentano ben 12 diverse scuderie, verifiche dalle 8.30 alle 13 di domani, sabato 6 agosto, presso il Centro Commerciale “La Briosa” a Villafranca, che sarà sede del quartier generale, nonché del parco partenza che aprirà alle 22, con varie attività di intrattenimento, poi un minuto dopo la mezzanotte la partenza del rally. Alle 10.30 l’arrivo e la premiazione sul palco per i migliori protagonisti della competizione che con le sue spettacolari sfide permette di scoprire e vivere luoghi molto apprezzati. Sempre domani mattina motori già accesi con gli equipaggi che sceglieranno di effettuare lo shadown dalle 11 alle 15, test con le vetture in assetto da gara utili per scegliere le migliori regolazioni per le prove speciali.rnrnrn-“Lo shakedown è facoltativo ed è il modo più sicuro per testare le vetture prima della competizione nel pieno rispetto delle regole ed in totale sicurezza – ha spiegato Armando Battaglia, Delegato Regionale ACI Sport e molto vicino all’organizzazione del rally – un tratto di strada nelle vicinanze del Parco assistenza ed all’area ex Pirelli, viene allestito come una prova speciale e gli equipaggi possono percorrerlo tutte le volte che desiderano”-.rnrnrnAlle 22 si aprirà il parco partenza all’interno del parcheggio del Centro Commerciale “La Briosa”, da dove il primo concorrente lascerà la pedana di partenza un minuto dopo la mezzanotte. Saranno nove le prove speciali sulle quali si articolerà il rally, tre crono da percorrere tre volte: “Colli 4 Strade” Km 9,50, passaggi alle 0.54, 4.15, 7.36 – “Rometta” Km 9,50, passaggi alle 1.38, 4.59, 8.20 – “New Roccavaldina” Km 8,45, passaggi alle 2.30, 5.51, 9.12. Tre i riordinamenti da 20 minuti ciascuno, alle 3.06, 6.27 e alle 10.00; altrettanti i parchi assistenza alle 0.10, 3.26 e 6.47. Traguardo finale ancora al Centro Commerciale “La Briosa” a partire dalle 10.30 con Cerimonia di Premiazione sul palco arrivo. In totale il percorso di gara misura 244,02 Km di cui 82,35 di prove speciali.rnrnIl numero 1 è stato assegnato a Giuseppe Nucita e Nico Salvo sulla Peugeot 207 Super 2000, il driver santateresino ed il copilota messinese portacolori del Team Phoenix, che conta ben 12 equipaggi iscritti. Nucita ha vinto l’edizione 2011. Seguirà Il laziale Andrea Minchella sulla Ford Fiesta World Rally Car per i colori Step Five, a cui leggerà le note l’ennese Sebastiano Cancaro che vinse da copilota l’edizione 2012. Poi a seguire sulle Peugeot 207 Super 2000 il pugliese Giuseppe Bergantino con Michela Di Vincenzo alle note per la New Jolly Motors, ancora sulle 207 del Leone i messinesi Giovani Santamaria e Tindaro Cutrona, poi Marcello Rizzo e Antonio Pittella i portacolori New Turbomark, team che conta 6 equipaggi in gara. Due le Mitsubishi turbo 4×4 di classe N4, la Lancer del laziale Marco MIchienzi affiancato dal peloritano Angelo Impollonia e la EVO X di Angelo Di Dio navigato dall’esperto Rosario Siragusano per i colori della Messina Racing Team, sodalizio di casa con 20 equipaggi. Lotta accesa sarà quella tra le Super 1600 che assaliranno anche i vertici della classifica assoluta. Sulle Renault Clio ci saranno il giovane Michele Coriglie, driver di Santa Teresa Riva vincitore delle ultime due edizioni e alfiere CST Sport, scuderia tirrenica che ha schierato 14 portacolori, Coriglie per l’occasione sarà affiancato dal toscano Federico Grilli; il messinese Salvatore Armaleo vincitore dell’edizione 2013 del “Tirreno”, di nuovo in formazione d’attacco con la brava figlia Claudia alle note; altro tenace peloritano Giovanni Celesti conoscitore delle S1600 che avrà a fianco il cafaludese Marco Pollicino; Santino Trifirò altro pilota esperto a cui leggerà le note Gaetano Abate; tenace come sempre saprà essere Danilo Novelli che condividerà la sua Clio con l’esperto e plurititolato Maurizio Messina.rnrnFuori dal coro delle Clio è Mauro Amendolia, il ds Messina Racing Team navigato da Sergio Scuderi sulla Fiat Punto S1600 con cui difenderà la vetta della classifica Regionale.rnrnrn[showpicc]armaleo_torri_saracene.jpg[/showpicc]rnrnrnAltra categoria ad alta adrenalina sarà la R3, dove tra le Renault New Clio al via ci saranno quella del leader di casa Giuseppe Alioto, che rilancia la sfida per il Campionato Siciliano dove è attualmente 3°; il giovane messinese Angelo Bruno, Gaspare Bertino, alfiere Eurospeed navigato da Roberto Buffoli, molto affezionato della gara; Maurizio Rizzo e un altro driver di casa alfiere Sunbeam Motorsport Giuseppe Messina. Anche in gruppo A non mancheranno emozioni, svettano infatti i nomi del forte nisseno in corsa per la serie Regionale Roberto Lombardo della SGB Rally di San Piero Patti, che dovrà fare i conti tra gli altri con l’agrigentino di FR Motorsport Gianni Mirabile, il palermitano Nazareno Pellitteri e con il driver di casa Maurizio Foti che sarà navigato dall’esordiente giovane figlia Elisa, tutti sulle Renault Clio.rnrnrnPeugeot 106 in versione Kit per il driver di Torregrotta Mario Lisa che scrisse il suo nome nell’albo d’Oro nel 2007. Altra classe da dove sono attesi attacchi alla vetta è la A 1600, animata dalle Peugeot 106, con le presenze dei coniugi di Sant’Alessio Siculo Tino Leo e Giuliana Duro, in corsa anche per il Campionato Regionale, il nisseno Giuseppe Nicoletti e l’altro pilota della riviera jonica Paolo Fragale, oltre allo slalomista torrese Domenico Cangemi. Tra le auto del gruppo N classe 2000 alla ribalta le Renault Clio RS del pattese Giovani Catania, di Tindaro e Nico Previti e di Francesco e Jessica Miuccio, fratelli della costiera jonica. In classe 1600 sulle Peugeot 106, altro driver “jonico” Roberto Mignani, poi il giovane santangiolese Alessandro Casella, quest’anno tra i primi attori del Tricolore rally Junior, l’esperto Domenico Lo Schiavo, il nisseno altro protagonista del Campionato Siciliano Salvatore Farina, il milazzese di lungo corso Franco Alibrando ed un equipaggio rosa formato da Graziella Rappazzo e Anna Ranno. Ancora una presenza interamente femminile sarà quella in gruppo R1 Nazionale con Gemma e Valentina Amendolia sulla MINI John Cooper Works curata dalla Elite Motorsport. Tra le autostoriche svetta senz’altro l’Opel GT del palermitano della scuderia Pegaso Gandolfo Placa.

rnrnrn[showpicc]peugeot_207_2015.jpg[/showpicc]