30° Rally Piancavallo: precisazioni sulle condizioni fisiche della copilota Chiara Corso

Le troppe notizie errate diffuse sull’incidente occorso alla copilota veneta, che affiancava in gara “Stig“, impongono una precisazione ufficiale.

06 agosto 2016 – A seguito dell’uscita di strada, nel corso della Prova Speciale numero 3 del 30° Rally Piancavallo, disputato tra ieri ed oggi (venerdì e sabato n.d.r.) nel pordenonese, dell’equipaggio numero 113 – “Stig”-Chiara Corso (Peugeot 208 R2), si comunica che la copilota è stata ricoverata presso l’Ospedale di Udine per la frattura ad una costola e contusioni varie.rnrnNon ha mai perso conoscenza, non è mai stata in pericolo di vita e le sue condizioni fisiche non sono mai state gravi. La situazione è sempre stata sotto controllo dal personale medico intervenuto sia nel corso della gara che nella fase successiva al ricovero ospedaliero.rnrnIl pilota è stato invece dimesso dall’Ospedale ove era stato ricoverato dopo gli accertamenti sanitari di rito.rnrnOgni e qualsiasi altra notizia che non risponde a quanto sopra riportato sullo stato di salute di Chiara Corso è quindi da ritenersi errata ed infondata ed eventuali diffusioni di notizie difformi potranno essere oggetto di azione legale da parte dell’interessata.rnrn“L’uscita di strada – commenta Chiara Corso – è stata certamente forte, ma sono cose che capitano. Fortunatamente ce la siamo cavata con poco. Voglio rassicurare tutti coloro che sono stati in apprensione per lo stato di salute mio e del mio pilota e nel contempo invito tutti a non considerare le molte voci che si sono susseguite in merito all’incidente che ci ha visti coinvolti così come prego di rettificare i varii post scritti sui diversi social network e sul web in genere”.