Mondiale di Automodellismo, top-driver in evidenza a Gubbio

Nelle prime prove libere i migliori dettano subito il ritmo con il tedesco Greiner in testa. Da domenica tutti in pista, lunedì presentazione in Comune e cerimonia d’apertura. Sottolineata la perfetta organizzazione e l’alto livello impiantistico e tecnologico raggiunto dal mini-autodromo Mario Rosati.

Gubbio (PG), 6 agosto 2016. Il Campionato del Mondo di Automodellismo si è aperto a Gubbio fra gli apprezzamenti per l’imponente sforzo organizzativo del Club Automodellistico 5 Colli, in collaborazione con il Comune di Gubbio, e il primo atto agonistico delle prove libere. Nella sessione di venerdì già 87 dei 132 conduttori attesi da 24 nazioni hanno potuto saggiare la pista del mini-autodromo Mario Rosati, impianto sempre più all’avanguardia dopo le ultime migliorie logistiche e tecnologiche preparate in ottica Mondiale. Primo leader della rassegna iridata per i più elaborati automodelli in scala 1/10 è stato il tedesco Dominic Greiner con il miglior tempo totale su tre giri di 50″006 (suo anche il miglior giro singolo in 16″585, riscontro già di alto livello per il suo telaio Serpent motorizzato Novarossi). Vicinissimi, nella classifica dei primi cinque altri top-driver che mirano alla finalissima di sabato 13 agosto: l’olandese Jilles Groskamp (50″118), il tedesco Thilo Todtmann (50″314), lo svizzero Simon Kurzbuch (50″424) e il giapponese Shimo Takaaki (50″425); migliori italiani il milanese Daniele Ielasi (13°) e il campano Carmine Raiola (15°). Le prove libere, riservate ai piloti che non hanno gareggiato o testato sulla pista umbra nell’ultimo anno continueranno sabato, mentre da domani domenica 7 e lunedì 8 agosto tutti in pista per sei turni di “controlled practice”. Lunedì è anche la giornata della cerimonia d’apertura, di scena nel tardo pomeriggio, mentre alla mattina si terrà la conferenza stampa di presentazione del Mondiale: appuntamento alle ore 11 nella Sala Consiliare del Comune di Gubbio, con presenti il sindaco Filippo Mario Stirati, l’assessore allo sport Gabriele Damiani, il Club Automodellistico 5 Colli, rappresentato dal presidente Giuseppe Agostinelli, e l’olandese Sander De Graaf, presidente della sezione dedicata a questo tipo di competizioni della IFMAR, la federazione internazionale delle corse automodellistiche.rnrnrn[showpicc]mondiale_automodellismo_gubbio2016_prove_libere2_phariannapannacci.jpg[/showpicc]rnrnrnNel frattempo le prove libere continuano il “paddock-laboratorio” del mini-autodromo Mario Rosati è già quasi al completo. Presenti quasi tutti gli stranieri, provenienti anche da Australia, Thailandia, Stati Uniti e Brasile, molti degli italiani sono attesi in queste ore. Quarto migliore nelle prime libere, Simon Kurzbuch (telaio Shepherd motorizzato Novarossi) è al debutto con un modello 1/10 a Gubbio: “La pista è davvero perfetta, è una bella sfida trovare un setup ideale, dobbiamo lavorare ancora”, ha detto lo svizzero venerdì sera. Sempre con Shepherd ma motore Orcan è tornato a Gubbio il tedesco Dirk Wischnewski, che al momento è dovuto rimanere “ai box” perché a fine giugno ha partecipato al Warm Up del Mondiale: “Qui vinsi il titolo europeo nel 2009, conosco la città, di per sé stupenda, e questo impianto. Gli organizzatori stanno facendo un lavoro magnifico. Naturalmente, anche se per me non è la prima volta qui, le condizioni sono sempre diverse e il livello dei rivali è molto alto. Il mio primo obiettivo è arrivare in semifinale, da lì in poi può succedere di tutto”. Oltre all’atteso campione del mondo in carica, lo svedese Alexander Hagberg, con automodello X-Ray è già presente il portoghese Bruno Coelho, altro candidato alla finalissima: “Abbiamo molta fretta, non abbiamo avuto molto tempo per provare l’auto per il fatto che gareggio in diverse categorie. Dobbiamo massimizzare il lavoro in queste prove libere”. Nel paddock anche Francesco Tironi (Infinity-Xrd), il miglior italiano (6°) nell’ultimo Mondiale a Bangkok nel 2014. Già protagonista in giugno a Gubbio per l’Italiano e il Warm Up, il milanese inizierà a girare domenica: “L’atmosfera e la pista sono bellissime e noi speriamo di essere competitivi. Saranno molte le incognite da affrontare, la prima sarà certamente il caldo”.rnrnMartedì 9 agosto sono in programma quattro turni di “timed practice”, importanti perché si inizia a girare con un format simile a quello delle qualifiche. Mercoledì 10 e giovedì 11 agosto sono di scena proprio le prove di qualificazione. Il poleman guadagnerà l’accesso diretto alla finalissima, dal 2° al 5° si giocheranno un ulteriore posto in finale nella super-pole. Gli altri 8 posti per la finalissima si decideranno nelle eliminatorie dirette, a mo’ di tabellone tennistico. Si inizia venerdì 12 agosto: per ogni turno eliminatorio due gare da 20 minuti e dieci piloti, fino ai sedicesimi. Sabato 13 agosto giornata conclusiva con ottavi, quarti, le due semifinali da 30 minuti e alle 16 la finalissima di un’ora. A seguire la cerimonia di premiazione.