9° Rally di Reggello-Città di Firenze: vittoria bis per Senigagliesi-Morganti (Peugeot)

Dopo il successo di due anni fa, il driver pisano ed il copilota livornese hanno ritrovato l’alloro con una gara sempre al comando, mettendo al sicuro il risultato in larga parte con la prima prova speciale, disputata con il buio.rnrnAi posti d’onore gli “stranieri” Gianesini e Marti, entrambi con una Ford Fiesta R5.rnrnTra le vetture storiche della Renault 5 Maxi Turbo di Nuti/Guerretti.

Reggello (Firenze), 04 settembre 2016 – Il 9° Rally di Reggello-Città di Firenze, valida per il Campionato Regionale ACI Sport, ha ricevuto il secondo sigillo del pisano Carlo Alberto Senigagliesi, al volante di una Peugeot 208 T16 R5. In coppia con il livornese Giacomo Morganti, il pilota di Pomarance ha bissato l’alloro del 2014, concedendo quindi un esaltante bis alla sua seconda esperienza con la vettura transalpina “del leone”.rnrnUn successo concreto quanto sicuro (tutte le pro speciali a disposizione vinte in scioltezza), quello di Senigagliesi/Morganti, che hanno preso in mano la classifica già con il primo impegno cronometrato disputato nella tarda serata di ieri, dove hanno regolato la concorrenza con un distacchi già importanti con le sole prime due prove speciali, dopo le quali il vantaggio sul secondo, il valtellinese Marco Gianesini (il vincitore del 2015) era già a 32”1.rnrnDalla ripresa delle ostilità stamani, la cavalcata di Senigagliesi ha portato il pilota di Pomarance al bis stagionale di successi dopo quello in casa sua al “Valdicecina” a fine giugno, conclusa nel pomeriggio con alle spalle la prestigiosa Pieve di Cascia, dove ha salutato la bandiera a scacchi davanti a dunque a Gianesini/Bergonzi e la loro Ford Fiesta R5 staccati di 1’03”1 mentre terzo è arrivato l’emiliano Williams Marti, anche lui con una Fiesta R5, affiancato dal pratese Cecchi. Gianesini ha sofferto l’oscurità di ieri sera oltre al fatto di doversi adattare alla vettura che guidava per la prima volta e Marti ha compiuto una bella e spettacolare progressione dalla sesta posizione iniziale.rnrnFuori dal podio, quarto, l’evergreen lucchese Mauro Lenci, in coppia con Celli, sulla sempre affascinante Peugeot 306 Maxi Kit Car. Una gara di alto livello, quella di Lenci, che per la prima parte di gara ha lottato con forza contro il conterraneo Gabriele Lucchesi, affiancato dalla moglie Titti Ghilardi, con una Renault Clio S1600, per poi andare tranquillo dalla quinta prova, quando cioè l’altro ha alzato bandiera bianca per incidente.rnrnQuinta piazza d’effetto per Luca Pierotti, il vincitore della seconda edizione del rally nel 2009. In coppia con Manuela Milli, su una Peugeot 208 R2, l’avvocato lucchese ha nuovamente convinto siglando riscontri cronometrici di vertice, da categoria superiore.rnrnIl resto della top ten è stato per il fiorentino Marco Cavalieri (Citroen DS3 R5) sesto alla fine, settimo è arrivato il lucchese Federico Santini, con la Renault Clio R3, ottavo ha invece finito l’acclamatissimo locale Tiberio Bettini (Renault Clio S1600), limitato nella prestazione dal poco feeling con la macchina oltre che da problemi di natura elettrica. Nona piazza per la Renault Twingo R2 di Claudio Fanucchi, passato a condurre la classifica del trofeo con la vettura francese, nel quale ha perso terreno il fiorentino Santoni, fermatosi per incidente a metà gara. I dieci dell’assoluta sono completati dal massese Giorgio Sgadò, con una Renault Clio R3C.rnrnLa gara storica, il “Reggello Storico”, è stata vinta dalla sempre affascinante Renault 5 Maxi turbo del fiorentino Marco Nuti, che ha avuto ragione del locale Alessandro Maraldi e della sua Porsche 911, partito ventre a terra e poi penalizzato da un ritardo ad un controllo orario nelle prime battute di gara stamane. Terza piazza decisamente esaltante per la spettacolare Autobianchi A112 Abarth di Fognani/Masini, capaci di tenere in scacco vetture più potenti.rnrnOltre allo sport, la Reggello Motor Sport anche quest’anno ha riproposto la solidarietà. Dal primo anno della gara, nel 2008, il sodalizio reggellese ha sempre organizzato raccolte solidali di fondi da destinare ai più bisognosi o comunque per una motivazione importante a sostegno delle persone. Quest’anno l’iniziativa è stata ovviamente per le popolazioni colpite dal terremoto in centro Italia due settimane fa.