NASCAR positiva con un po’ di amaro per Caso ad Adria

Contatto fatale per Dario Caso in gara 1, poi primo posto di categoria in gara 2 e leadership mantenuta fra gli “Over 40” nella semifinale di Adria del campionato NASCAR Whelen Euro Series.

Dario Caso, valido portacolori della scuderia Speed Motor di Gubbio, mantiene la testa della classifica della categoria “Challenger” – ovvero gli “over 40” della Elite 1 – nel campionato Nascar Whelen Euro Series, anche se dopo la semifinale italiana all’Adria International Raceway divide la leadership con il brasiliano Abreu Marconi.rnrnÈ stato un fine settimana in agrodolce per il pilota molisano residente a Viterbo, alla guida della Ford Mustang, stessa vettura di Marconi; partito sabato pomeriggio in gara 1 con il 18esimo tempo, era riuscito a risalire in ottava posizione, poi un contatto con la Chevrolet SS di Freddie Hunt, figlio del più noto James Hunt, campione del mondo 1976 di Formula Uno, ha compromesso il risultato di entrambi: Caso ha concluso 16esimo e quinto nella “Challenger”, Hunt 17esimo.rnrnSenza dubbio migliore l’esito della domenica: Caso si è schierato al via con l’ottavo tempo e ha recuperato fino al sesto posto finale, vincendo la propria categoria.rnrnOra c’è la finale di Zolder, in Olanda, l’8 e il 9 ottobre.rnrn“Rispetto alle volte precedenti – ha commentato Caso – qui ad Adria abbiamo regolato meglio l’auto: siamo lontani un secondo dal ritmo tenuto dai primi 5 assoluti, però le indicazioni raccolte sono state preziose. Abbiamo capito cosa dobbiamo fare e questo ci servirà per impostare di nuovo il lavoro e magari per ottenere qualche importante risultato entro fine anno”.