Riccardo Geltrude e la Double T by Nocentini campioni Rookie nella NASCAR Whelen Euro Series

Il giovane talento pratese si aggiudica sul tracciato di Zolder l’ambito premio al termine di una stagione esaltante e ora gli USA gli aprono le porte. Buone prestazioni da parte di tutti i piloti della squadra italiana.

Zolder, Belgio – Dopo il titolo di Campione ELITE 2 vinto lo scorso anno con Gianmarco Ercoli, anche quest’anno la teca dei trofei nella sede della Double T by Nocentini si arricchisce di un nuovo prestigioso riconoscimento, con la vittoria di Riccardo Geltrude nella classifica della Rookie Cup. Sempre in ELITE 2, Renzo Calcinati termina al secondo posto nella classifica Legend, che vede al quarto posto Simone Laureti. In ELITE 1, Gianmarco Ercoli chiude la stagione con due convincenti Top5, mentre solo la sfortuna toglie all’asso spagnolo Borja Garcia la vittoria nell’ultima gara della stagione.rnrn“Non è stata la stagione più facile per noi, ma è proprio nelle difficoltà che si forgiano quelle qualità che rendono questa squadra unica, tanto a livello sportivo quanto soprattutto umano,” ha detto Onofrio Veneziani, Team Manager di Double T by Nocentini. “Voglio ringraziare tutti i membri del team e i nostri piloti per un altro anno ricco di emozioni. Torneremo nel 2017 più forti che mai con la chiara intenzione di puntare al titolo assoluto in entrambe le divisioni!”rnrnRiccardo Geltrude ha conquistato al Circuit Zolder il titolo Rookie ELITE 2 2016 al termine di due gare davvero spettacolari. La sfortuna, sotto forma di una vettura in testacoda davanti alla sua Ford Mustang #7 mentre occupava la sesta posizione, ha impedito al 19enne pratese di coronare una memorabile rimonta dal fondo del gruppo nella gara ELITE 2 del sabato, ma Geltrude non si è perso d’animo e ha risposto con un terzo posto entusiasmante in quella di domenica, andando a centrare il primo posto nella classifica riservata agli esordienti in una giornata impreziosita dalla presenza in autodromo di un mito come Jeff Gordon.rnrnÈ sfuggito davvero per un pelo, invece, il titolo nel Legend Trophy a Renzo Calcinati. Il lombardo ha chiuso un’ottima stagione al secondo posto di categoria grazie a una top-5, sei top-10 e tante ottime prestazioni che gli sono valse l’invito a ritirare il proprio premio alla NASCAR Hall Of Fame di Charlotte, USA, nel mese di dicembre in occasione dei NASCAR Night Of Champions Touring Awards.rnrnNella sua prima stagione in ELITE 1, Gianmarco Ercoli ha dimostrato chiaramente di avere il potenziale per competere con i migliori esponenti della categoria per il titolo assoluto, sfiorando la vittora in diverse occasioni. Il primo successo nella divisione maggiore non è arrivato, ma le due top-5 sul palcoscenico più importante, quello delle finali di Zolder, parlano da sole: tra i candidati al titolo 2017 c’è sicuramente anche Gianmarco “Mr. Clean” Ercoli.rnrnCompetitiva, ma a tratti sfortunata la stagione di Simone Laureti, che ha chiuso ai piedi del podio nella classifica Legend, riservata ai gentleman driver. Tra i candidati al titolo sin da inizio, Simone è stato estromesso dalla lotta al vertice dallo sfortunato weekend di Adria e ha chiuso il 2016 con un 13esimo e un 16esimo posto in Belgio.rnrnMenzione d’onore infine per Borja Garcia, come sempre autore di prestazioni eccezionali al volante della Ford Mustang #7, ma bersagliato anche in quel di Zolder dalla sfortuna. Il giro veloce nella gara del sabato della ELITE 1, tormentata da problemi di natura tecnica, gli è valso la pole per quella domenicale. Il valenciano ha come sempre dato spettacolo, conducendo le danze a ritmo indiavolato tra i cordoli del Circuit Zolder, fino a quando, dopo 7 giri da applausi a scena aperta, il cedimento di un semiasse non lo ha costretto a uscire di scena.rnrnL’appuntamento con la pista è ora per il 2017, ma la stagione della Nascar Whelen Euro Series non è però ancora terminata, perché Riccardo Geltrude sarà premiato il 10 dicembre a Charlotte, USA nel corso dei NASCAR Night Of Champions Touring Series Awards.