3° Rally Storico Città di Adria: la febbre aumenta

Si avvicina la data del 24 e 25 febbraio con la Città di Adria e gli appassionati polesani che fanno a gara per testimoniare la loro passione. Oltre ai numerosi premi speciali messi in palio anche la collaborazione reciproca col Rally Città di Modena.

Adria (RO), 15 febbraio 2017 – Lafebbreaumenta è uno degli hashtag che vanno per la maggiore nei social network man mano che ci si avvicina allo svolgimento della gara e uno dei più convinti utilizzatori è proprio il sindaco di Adria Massimo Barbuiani che si prepara ad accoglier la manifestazione da grande appassionato oltre che da primo cittadino. Anche in quest’occasione rimetterà in palio il trofeo che viene assegnato al primo pilota polesano classificato il quale lo custodirà sino alla successiva edizione; attualmente è nelle mani di Matteo Luise che lo tiene ben saldo dal 2014 e sicuramente tenterà il tris relativamente all’ambìto premio. Ma sono numerosi i riconoscimenti speciali messi in palio sia per il rally quanto per il revival: da quelli intitolati alla memoria di Valerio Cavallari e Arnaldo Cavallari, a quello messo in palio da Piunote ma anche e soprattutto quanto promette la rinnovata sinergia tra la manifestazione polesana ed il Rally Città di Modena. Già nel 2015 mosse i primi passi la collaborazione grazie alla messa in palio di importanti riconoscimenti che sono stati confermati anche per l’anno corrente: i vincitori di rally e regolarità sport del prossimo 25 febbraio si aggiudicheranno l’iscrizione gratuita al Rally Storico Città di Modena e alla Sport Città di Modena in programma nel capoluogo emiliano il 10 e 11 giugno prossimi, data in cui ai vincitori delle due gare sarà assegnata l’iscrizione gratuita al Città di Adria 2018. Una collaborazione che riporta la memoria proprio alla quattordicesima ed ultima edizione del Rally Città di Adria del 1997 vinta dal modenese Pier Verbilli, ma anche alle partecipazioni di Bobo Barbuiani al Città di Modena quando era una delle perle della Coppa Italia.rnrnNon solo ad Adria ma anche in tutte le località interessate dal rally è un fiorire di azioni e testimonianze di quanto sia sentito ed atteso l’evento sportivo più importante della città: si va dalla pasticceria che confeziona i dolci col logo del rally sino al coinvolgimento degli scolari di Taglio di Po grazie all’iniziativa “Disegna la tua auto da rally”, accolta con gran entusiasmo: tutti i disegni saranno poi esposti nella piazza del paese che ospiterà il riordino di venerdì 24 febbraio dopo il primo passaggio a Rosapineta. E gran fermento si respira anche tra gli animatori dell’Adriarally Fan Club che promettono un allestimento di grande effetto in quella che è a detta di tutti la “loro” curva lungo la prova di Gavello.rnrnManca ancora qualche giorno alla chiusura delle iscrizioni e oltre ad alcuni nomi già noti si attendono le conferme dell’ultimo minuto per una sfida che si preannuncia di alto livello tutta da seguire sin dal prologo serale col duplice passaggio tra le strette vie di Rosapineta e la sfida all’Adria International Raceway alla luce dei riflettori, ma anche nelle restanti nove prove del sabato con la confermata “Gavello” la novità “Fasana” che unisce due tratti usati in passato, la ritrovata “Scirocco” già nota come Cavanella ed il gran finale con la ripetizione della “Raceway”.