Rea conquista la 40^ vittoria a Phillip Island, Davies e Melandri portano sul podio Ducati

Il nord-irlandese inizia la stagione con una doppietta, doppio podio anche per la casa di Borgo Panigale.

Il campione del mondo in carica Jonathan Rea ha completato un week end quasi perfetto sul sensazionale circuito di Phillip Island, conquistando la doppia vittoria partendo dalla nona casella della griglia di partenza, così come ha voluto il nuovo format del 2017.rn rnA seguito di ottimi test invernali sulla nuova ZX-10RR, Rea ha iniziato alla grande la stagione vincendo sia Gara1 sia Gara2 sotto il sole australiano, non dopo aver dovuto affrontare due grandi battaglie che è riuscito a vincere per una manciata di secondi.rn rnLa concorrenza, infatti, è stata molto agguerrita, con i due piloti Ducati Chaz Davies e Marco Melandri che a tratti hanno anche dominato le corse.rn rnRea ha raccontato: “Sono incredibili queste statistiche e vincere la prima gara con il nuovo format di griglia è davvero bello, soprattutto dopo esser stato ‘penalizzato’ per la vittoria. Questo è il modo migliore per iniziare il campionato e non vedo l’ora di affrontare le prossime gare. Phillip Island è nota per le grandi battaglie sul finale e sono riuscito a vincere entrambe, questo è qualcosa di speciale.rn rnNon so dirvi quanto sia difficile, Chaz sta guidando davvero bene e Marco è un osso duro e ha avuto un grande ritmo nel mezzo della gara. Sapevo che saremmo arrivati all’ultimo giro e Chaz sarebbe stato ancora lì. Vincere in questo modo mi rende più orgoglioso, è bello iniziare la stagione così e questo mi dà molta fiducia per il futuro”.rn rnRea correrà per conquistare la 41esima vittoria tra due settimane, in Tailandia, dove ha avuto un grande ritmo ed è stato protagonista di alcune battaglie l’anno scorso.rnrnGrande la prestazione per i piloti del team Aruba.it Racing – Ducati nella seconda manche sul circuito di Phillip Island, nel round d’apertura del MOTUL FIM Superbike World Championship 2017. rnrnChaz Davies e Marco Melandri, partiti rispettivamente dall’ottava e decima casella dello schieramento di partenza, a seguito del nuovo format della griglia di partenza di Gara2, sono stati protagonisti di una grande battaglia fino all’ultimo dei 22 giri in programma.rn rnIl gallese ha mancato la vittoria per soli 25 millesimi, e ha concluso così il primo week end stagionale con due buoni secondi posti, che l’hanno portato direttamente nella seconda posizione della classifica generale. rn rn“È stata una gara più difficile da gestire rispetto a quella di ieri a causa del caldo – ha spiegato Davies – Il bicchiere comunque è mezzo pieno, senza ombra di dubbio. Abbiamo provato a cambiare qualcosa, ma perdevo un paio di lunghezze qua e là e non era possibile passare Rea in volata prima del traguardo. In ottica campionato, questo è un risultato molto positivo. Sarebbe facile sentirsi delusi dopo aver mancato due vittorie per pochi millesimi, ma storicamente Phillip Island non è mai stata tra le mie piste favorite e a volte ho perso punti preziosi qui, quindi due secondi posti rappresentano delle ottime fondamenta sulle quali costruire il resto della stagione”. rn rnL’italiano, invece, si è riscattato dallo zero di Gara1 ed è riuscito a centrare il podio, dopo una grande lotta con Rea, Lowes e Davies nel finale della gara.rn rn“È stata una gara davvero dura. – ha esordito Melandri – Ero partito bene ma ho perso posizioni nel traffico all’inizio, quindi ho spinto al massimo per rientrare, consumando sia le gomme che le energie. Quando sono andato in testa ho cercato di imporre il mio ritmo, ma non è stata la mossa vincente col senno di poi. A tre giri dalla fine, quando Rea e Davies hanno dato lo strappo, ero un po’ in crisi con il grip e non ho potuto attaccare. Avevo comunque bisogno di fare una gara intera per capire dove migliorare, ed il podio è la conferma che stiamo lavorando positivamente con tutta la squadra”.