La Ferrari della Scuderia Praha domina la 12 Ore del Mugello

Scarperia, 19 March 2017 – Una Ferrari vince sulla pista di casa del Mugello. Non poteva andare meglio per la Casa di Maranello la 12 Ore del Mugello che si è disputata sul circuito di proprietà della Ferrari.

A portare il successo al Cavallino Rampante è stato il team clienti Scuderia Paraha che, con la 488 GT3 affidata ai cechi Jiri Pisarik e Josef Kral e al pilota di Forlì Matteo Malucelli ha dominato la concorrenza relegando a quattro giri di distacco il primo degli inseguitori.rnrnOltre mille miglia. La Ferrari 488 numero 11 nelle dodici ore di gara ha percorso ben 326 giri dell’autodromo toscano totalizzando poco meno di 1710 chilometri, ben oltre mille miglia, una distanza storica dell’automobilismo. Il fiore all’occhiello della vettura della Scuderia Paraha è stata ancora una volta l’affidabilità visto che gli avversari più accreditati si sono via via autoeliminati dalla corsa, a cominciare dalla Porsche del team Herberth Motorsport, vincitrice della prima gara a Dubai e fermata quasi subito da un guasto al motore. È rimasta a lungo seconda la vettura gemella del team Forch Racing ma anche quella è stata prima attardata da un incidente e poi costretta al ritiro da una foratura che l’ha portata a perdere molto tempo.rnrnIndisturbati. Josef Kral, un passato in Formula 3000 e in Gp2, Jiri Pisarik e Matteo Malucelli, entrambi esperti piloti di Ferrari con la sconoscenza delle vettura del Cavallino Rampante maturata nel Ferrari Challenge, hanno attraversato per primi il traguardo precedendo di quattro giri la Mercedes del team Idec Sport Racing di Patrice Lafargue, Paul Lafargue e Dimitri Enjalbert e di cinque la Lamborghini del Konrad Motorsport affidata a Franz Konrad, Marco Mapelli, Giorgio Maggi e Christopher Zöchling. Prossimo appuntamento di campionato il 7 e l’8 aprile con la 12 Ore sulla pista di Spielberg, in Austria.