Lewis Hamilton conquista la pole con Mercedes e firma il record della pista

La strategia più probabile per la gara è ad un solo pit-stop; dato il minore degrado degli pneumatici le nuove monoposto, mancando dati storici validi, rendono più difficile la previsione delle strategie.

Melbourne, 25 marzo 2017 – Grazie alla velocità extra data dalle monoposto e dagli pneumatici in versione 2017 il precedente record del tracciato australiano si è abbassato già nella terza sessione di prove libere, con il miglior tempo di Sebastian Vettel su Ferrari.rnrnIn qualifica Lewis Hamilton è andato ancora più veloce con la Mercedes equipaggiata con P Zero purple ultrasoft. Tutte le squadre hanno utilizzato la mescola ultrasoft sin dall’inizio della Q1, eccetto le due Ferrari, con Vettel che ha usato questa mescola per completare la prima sessione.rnrnLa temperatura della pista alla fine delle qualifiche era di 33°C.rnrnMARIO ISOLA – RESPONSABILE CAR RACINGrn“I tempi sul giro sono stati circa due secondi più veloci rispetto allo scorso anno, a beneficio di una qualifica competitiva e spettacolare. Il degrado delle mescole usate nelle prove libere è stato basso, il che renderaà probabile, per domani, una strategia ad un solo pit-stop. Tutto dipenderà dalla temperatura dell’asfalto: nel caso dovesse alzarsi, i team potrebbero optare per una strategia a due soste. Con queste vetture, così diverse rispetto alla precedente generazione di monoposto, non ci sono dati di riferimento in gara, quindi è più difficile prevedere la giusta strategia.”

rnrnrnrn[showpicc]comportamento_gomme_australia.jpg[/showpicc]rnrnrn[showpicc]qualifiche_top_10_australia.jpg[/showpicc]rnrnrn[showpicc]giri_australia.jpg[/showpicc]