Vallteri Bottas vince su Mercedes dopo una grande battaglia finale con la Ferrari di Vettel

Temperature più alte del previsto per tutto il week end: pit stop unico per la maggior parte dei piloti. Un po’ di blistering, come previsto, a causa della lunga curva 3 ma senza effettivo impatto sulle prestazioni delle monoposto.

Sochi, 30 aprile 2017 – Prima vittoria in carriera per Valtteri Bottas: il pilota della Mercedes ha conquistato il Gran Premio di Russia con una strategia ad un solo pit stop.rnrnQuasi tutti i piloti hanno optato per una sosta unica, come sempre a Sochi. Bottas ha preso la testa della corsa alla prima curva, dopo essere partito terzo in griglia con mescola Ultrasoft, e ha cambiato con Supersoft prima del rivale diretto per la vittoria, Vettel. Vettel è rimasto in pista per sei giri in più rispetto a Bottas, cercando di sfruttare le gomme più nuove per raggiungerlo nelle fasi conclusive. I primi otto al traguardo hanno tutti utilizzato la stessa strategia con Ultrasoft al via e cambio su Supersoft.rnrnrnSebastian Vettel, Scuderia Ferrarirn“Credo di essere partito abbastanza bene. Avrei, forse, potuto essere più aggressivo. C’è stato un ritardo nello spegnimento delle luci per cui non ho avuto modo di vedere bene come eravamo disposti sulla griglia. Ad ogni modo sono partito bene, ma per tutto il giorno abbiamo avuto un forte vento frontale e questo ha permesso a Bottas di prendere una buona scia. Valtteri ha fatto una gran bella gara. Ha guidato meglio di tutti noi altri per cui meritava questa vittoria. Negli ultimi giri ho dato il tutto per tutto, sentivo di poter entrare n zona DRS, magari nel rettilineo opposto, mettergli pressione e indurlo all’errore, invece non ha sbagliato niente. Con Massa c’è stato solo un malinteso, non ero sicuro di dove volesse spostarsi, ad ogni modo non ho certo perso la gara in quel punto. Ora guardiamo alla Spagna. Abbiamo avuto un buon riscontro a Barcellona durante i test e non ho bisogno di pensare al Campionato. Siamo partiti bene. Siamo qui per vincere, per fare del nostro meglio, ma possiamo imparare e migliorare ancora. Oggi andavamo forte, ma avremmo potuto fare meglio. Tuttavia abbiamo una macchina e un team forti, quindi il bilancio per molti versi è positivo”.rnrnMario Isola, responsabile Pirelli Car Racingrn“Il Gran Premio di Russia si è giocato sulla strategia che avevamo previsto, nonostante l’ingresso della safety car all’inizio e le temperature più elevate di tutto il weekend. Si è formato un minimo blistering sullo pneumatico anteriore sinistro di alcuni piloti, a causa della lunga curva 3, ma questo non ha influenzato le prestazioni. La superficie liscia e il previsto basso degrado hanno spinto la maggior parte dei piloti a optare per una sola sosta. Abbiamo visto diverse strategie relative alla tempistica dei pit stop, in particolare da parte di Bottas e Vettel. Ciò ha reso questa gara molto emozionante fino alla bandiera a scacchi”.