Federica Bizzi: la prima Monster Girl “made in Italy” si racconta

servizio fotografico by Otto Moretti

Federica Bizzi, WSBK 2017 - Imola (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, WSBK 2017 - Imola (c) Otto Moretti
Motoridacorsa parla di “motori da corsa” per l’appunto… in questo caso però vorremmo fare una eccezione (forse).

Abbiamo intervistato Federica Bizzi, la prima Monster Girl tutta italiana. Ogni volta che la vediamo sul podio ne siamo orgogliosi; chi ha detto che l’eccellenza italiana debba essere soltanto la Ferrari o il Parmigiano Reggiano. Anche la professionalità di Federica rientra, a nostro modesto parere, in quel canone di eccellenza appena citato.
E comunque se vogliamo buttarla sul faceto si tratta di un gran bel motore (ecco che si spiega il forse di prima), anche i nostri lettori saranno sicuramente d’accordo.
Federica Bizzi, WSBK 2017 - Imola (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, WSBK 2017 – Imola (c) Otto Moretti
Incontriamo Federica in tutti quegli eventi motoristici importanti nei quali il noto produttore di bibite energetiche ritiene doverosa la presenza. E la Bizzi è l’immagine simbolo di riferimento oramai da tempo. Decidiamo quindi che vogliamo parlare anche di questo motore; vanno bene le interviste ai piloti e le tecniche di staccata, ma questa volta abbiamo voluto parlare di qualcosa che non debba per forza correre a duecento all’ora, parliamo di un personaggio che a duecento ci manderà il vostro cuore.
Federica Bizzi, WSBK 2017 - Imola (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, WSBK 2017 – Imola (c) Otto Moretti
Armati di registratore d’ordinanza, incontriamo “Fede” in un momento nel quale sia noi che lei abbiamo a disposizione del tempo da dedicarci e, dopo aver acceso il dispositivo, ci accingiamo a porre la prima domanda. Inutile! La personalità dirompente e gioiosa di Federica ci travolge, comincia a raccontarci di lei, di come ha cominciato e quale direzione abbia preso la sua carriera in questo periodo. E noi ci guardiamo bene dall’interromperla. Tant’é che vi riproponiamo integralmente il suo racconto.
Federica Bizzi, MotoGP 2017 Mugello (c) Otto Moretti
Un racconto che vede la Bizzi narrare la sua professionalità a 360 gradi. Dovessimo cercare un titolo adatto al racconto dovremmo azzardare “Federica Bizzi, il viaggio”. Eccolo qui di seguito, integrale… tutto per voi.
Federica Bizzi, WSBK 2017 - Imola (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, WSBK 2017 – Imola (c) Otto Moretti

-Sono già passati più di quattro anni da quando iniziai la mia avventura con Monster Energy, da quando, per coincidenza, mi trovai su di un circuito di motocross sul quale era presente la responsabile delle Monster Girl. rnrnMi ingaggiò subito, ma a quel tempo non fu semplice essere ambasciatrice di un marchio così giovane per il mercato italiano; i big event sponsorizzati erano pochi, la resistenza verso il mondo degli energy drink era forte e, soprattutto, per più di due anni sono stata l’unica Monstergirl italiana.

Ma vale più che mail il motto “chi la dura la vince”. Ed ora eccomi qui, team leader Italia e Spagna per la gestione ed il coordinamento delle ragazze, nonostante continui ad essere operativa in uniforme on field, o meglio… on track!

Consapevole del fatto che l’estetica è l’immagine siano doti effimere, ho tanti progetti per il futuro: proprio negli ultimi mesi hanno iniziato a concretizzarsi nuove opportunità che mi consentiranno di rimanere nell’ambiente del motorsport per il managing delle modelle nei paddock.rnrnGrazie a Monster Energy ho la possibilità di lavorare in un mondo spesso accessibile soltanto ai più, fatto di passione per lo sport e di grandi emozioni.

Federica Bizzi, MotoGP 2017 Barcellona (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, MotoGP 2017 Barcellona (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, MotoGP 2017 Barcellona (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, MotoGP 2017 Barcellona (c) Otto Moretti

Un esempio? Il weekend appena trascorso a Catalunya per la MotoGP: una squadra di 20 Monster Girls, un palco da far invidia ad un concerto rock ed un’emozione incredibile nel consegnare i premi ai piloti

È stata un’esperienza unica poter essere sul podio insieme ai big della classe regina, sentire suonare l’inno (il nostro n.d.r) e tenere alto l’orgoglio italiano!

Federica –

Federica Bizzi, MotoGP 2017 Mugello (c) Otto Moretti
Federica Bizzi, MotoGP 2017 Mugello (c) Otto Moretti
(rbt)