Yamaha, Honda, Ducati in lotta per il primo successo

Viñales domina le qualifiche a Losail ma Dovi e Marquez lo tengono a tiro. Sabato no per Lorenzo e Vale

La prima pole position del 2019 va a Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) con il tempo di 1:53.546s che mette in riga Ducati e Honda nel sabato a Losail. Il pilota spagnolo detta legge in qualifica, dimostra serenità dopo aver fatto benissimo anche in FP4 e mette la firma sulla giornata. Un grande livello per il numero 12, una nuova veste per lui e tanta voglia di dimostrare il suo essere vincente.

La gara sarà una lotta, con le Ducati in forma da successo. Quasi perfette. Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati) mette a referto costanti passaggi da primato e chiude al secondo posto pagando un ritardo di 0,198s da Viñales.

Anche Marc Marquez trova la via della prima fila. Marca stretto Danilo Petrucci, che infastidito perde contato con la top tre e segna il settimo crono. Per il campione del mondo un distacco di 0,199s, pochissimo da Dovizioso, e che sfrutta intelligentemente la scia del Petrux. Per il ternano invece, un ritardo più grande ma la convinzione dei potersi giocare la vittoria pur partendo terza fila.

La quarta casella sulla griglia di partenze sarà occupata da Jack Miller. L’australiano del team Alma Pramac Racing è vittima di una caduta dopo essere stato costantemente incisivo per tutto il fine settimana. Dietro a lui, l’ottimo Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) e segna la miglior qualifica della sua esperienza in MotoGP™ Franco Morbidelli, suo collega di box, ottavo.

Dodicesimo tempo per Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini).

Restano esclusi dalla Q2, Jorge Lorenzo (Repsol Honda) e Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP). Per il primo una caduta gli chiude ogni possibilità di lottare per la pole, per il Dottore continuano i problemi alla gomma davanti.

Questa la classifica dei top 10

  1. Maverick Viñales – (Monster Energy Yamaha MotoGP) – 1:53.546
  2. Andrea Dovizioso – (Mission Winnow Ducati) – +0.198
  3. Marc Márquez – (Repsol Honda Team) – 0.199
  4. Jack Miller – (Alma Pramac Racing) – +0.263
  5. Fabio Quartararo – (Petronas Yamaha SRT) – +0.400
  6. Cal Crutchlow – (LCR Honda Castrol) – +0.549
  7. Danilo Petrucci – (Mission Winnow Ducati) – +0.654
  8. Franco Morbidelli – (Petronas Yamaha SRT) – +0.690
  9. Takaaki Nakagami – (LCR Honda Idemitsu) – +0.693
  10. Álex Rins – (Team Suzuki Ecstar) – +0.711