Che Gara 2 a Jerez! Van der Mark vince, Bautista a terra!

fotografie by Otto Moretti

photo by Otto Moretti

Il pilota olandese conquista il primo posto davanti a Rea e a Razgatlioglu mentre Bautista, Davies e Melandri cadono. Quarto Rinaldi, il suo miglior risultato nel WorldSBK

Solo Alvaro Bautista (ARUBA.IT – Racing Ducati) poteva fermare sé stesso, infatti lo spagnolo ha fatto un errore all’inizio della gara, al secondo giro, finendo a terra incassando così il primo zero della sua carriera nel WorldSBK. I protagonisti della battaglia sono diventanti Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) in un testa a testa dove l’olandese ne è uscito vincitore. Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) ottiene il terzo posto dopo una bellissima rimonta.

Al primo giro, Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK) è andato al comando della gara mentre Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) è caduto dopo appena due curve dal via. Bautista è andato al comando alla curva 5 mentre van der Mark lo seguiva insieme a Melandri. Rea ha infilato i due piloti Yamaha alla curva 6 trovandosi ben presto alle spalle di Bautista.

La gara dello spagnolo è finita ben presto con una caduta al secondo giro mentre era in testa! Il leader del campionato è scivolato alla prima curva, ha provato a ripartire ma si è dovuto ritirare poco dopo. La corsa era nelle mani di Rea, il campione del mondo in carica stava cercando di scappare da van der Mark e da Melandri ma i rivali stavano aumentando visto che Toprak Razgatlioglu e Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) chiudevano la top 5 con un ottimo ritmo.

A 15 giri dal via, i primi cinque piloti erano raggruppati in un secondo, il ritmo era serrato. Alla curva 5 Melandri ha cercato di superare Davies ma il risultato è stato disastroso: il ravennate è finito a terra portando con sé l’ex compagno di squadra. Il gallese era molto frustrato, stava dimostrando di avere un buon ritmo e la Gara 2 di Jerez avrebbe rappresentato un’ottima occasione per lui. Riducendosi a tre, il gruppo di protagonisti, sembrava già che Rea fosse pronto a lasciare l’Andalusia con un bel bottino di punti.

Van der Mark non era ancora pronto ad attaccare il quattro volte campione del mondo, allora l’olandese ha aspettato fino al 14° giro per fare un sorpasso sul nord-irlandese alla curva 6. In un primo momento, Rea ha seguito la Yamaha di van der Mark ma non ne aveva abbastanza per provare un altro sorpasso sul 26enne che, 10 giri più tardi, aveva già incassato due secondi di vantaggio. In quel momento Bautista era ancora in pista, in 16esima posizione, pronto ad accontentarsi anche di pochi punti ma è dovuto tornare al box mettendo definitivamente fine alla sua corsa.

Più avanti, Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team), scattato dall’11esima casella, è riuscito a portare la Ducati in quarta posizione seguendo a ruota Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) e Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e alla curva 1, l’inglese ha superato il tedesco.

Con la caduta alla 11 si è conclusa la gara di Ryuichi Kiyonari (Moriwaki Althea Honda Team) e degli altri piloti in pista visto che nell’impatto la ghiaia è saltata sulla pista obbligando i commissari ad esporre la bandiera rossa.

Michael van der Mark si è così aggiudicato la vittoria con due giri in meno rispetto a quanto preventivato concludendo una Gara 2 impeccabile. Col secondo posto in gara e la caduta di Bautista, Jonathan Rea riduce a 41 il distacco in classifica generale dallo spagnolo. Si è trattato di un altro fine settimana indimenticabile per Toprak Razgatlioglu che conclude la seconda gara della stagione sul podio, in terza posizione. Ottimo finale anche per Rinaldi che con la quarta piazza di Jerez ottiene il suo miglior risultato in carriera, mentre Haslam completa la top 5.

Sesto Sandro Cortese che lascia la Spagna dopo aver ottenuto il suo miglior risultato in carriera nel WorldSBK. Settimo Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) che non si è messo troppo in mostra durante l’Acerbis Spanish Round. Jordi Torres (Pedercini Racing), Loris Baz (Ten Kate Racing – Yamaha) e Tom Bridewell (Team Goeleven) completano la top 10 in una gara con molti piloti indipendenti nelle prime 10 posizioni.

Leandro Mercado (Orelac Racing VerdNatura) chiude con l’11° tempo davanti a Markus Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team), a Yuki Takahashi (Moriwaki Althea Honda Team) e ad Alex Lowes che dopo la caduta è ripartito arrivando 14° al traguardo.

I primi sei classificati in Gara 2

1 Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team)
2 Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
3 Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing)
4 Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team)
5 Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
6 Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK)