Marquez raggiunge i record di Doohan e di Hailwood

Prima eguaglia il numero di pole position firmate dall’australiano poi raggiunge i 76 successi dell’inglese nel mondiale.

Marc Marquez (Repsol Honda Team) ha vissuto una grandissima giornata in questa domenica a Brno. Il catalano ha firmato la sesta vittoria in 10 gare, consolidando il suo vantaggio in campionato e, allo stesso tempo, si è aggiudicato un altro posto tra le leggende di questo sport.

Il campione del mondo in carica ha iniziato a scrivere la sua pagina nel libro dei piloti leggendari sabato, quando ha eguagliato il numero di pole position ottenute in carriera da Mick Doohan, che ne firmò ben 58, partecipando al mondiale 500cc dove si laureò campione del mondo cinque volte dal 1994 al 1998.

Il record del sabato non è bastato a Marquez che, ad ogni appuntamento, si dimostra sempre più insaziabile di successi. Il catalano, che ha un vantaggio di 63 punti in classifica rispetto ad Andrea Dovizioso (Ducati Team), ha fatto un ulteriore passo avanti nell’Olimpo delle leggende nel Campionato del mondo.

Con la vittoria a Brno, Marquez ha ottenuto il 50° trionfo in classe regina, diventando quarto pilota più vincente in questa categoria. Ora lo spagnolo si trova dietro solo a Valentino Rossi che ne ha vinte 89, a Giacomo Agostini a quota 68 e allo stesso Doohan che si trova a quota 54. L’australiano è l’unico che potrebbe essere superato già nel corso di questa stagione.

In realtà, Marquez di gare ne ha vinte 75 nel mondiale se teniamo in considerazione anche le altre categorie, in questo modo, lo spagnolo può essere confrontato ad un altro pilota mitico: l’inglese Mike Hailwood. Il pilota di Cervera ha nuovi obiettivi all’orizzonte come ad esempio raggiungere i successi ottenuti da Angel Nieto. Il pilota spagnolo che vinse 90 gare nel corso della carriera che l’ha visto conquistare 12+1 titoli iridati.

Marquez riuscirà ad avvicinarsi ad altre leggende del motociclismo durante i prossimi Gran Premi? La prossima settimana i piloti si sfideranno al Red Bull Ring, dove lo spagnolo avrà la possibilità di dimostrare di che cos’è capace al GPmyWorld Motorrad de Austria.