Bautista trionfa a Portimao: “All’ultimo giro avevo finito le forze!”

Tutte le fotografie by Otto Moretti

foto by Otto Moretti

Appena 111 millesimi hanno stabilito il successo dello spagnolo su Jonathan Rea sotto la bandiera a scacchi in Gara 2, il margine più basso in una corsa del 2019!

Dopo un paio di Round complicati, Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) è tornato sul gradino più alto del podio nel suo primo fine settimana di gare a Portimao. Lo spagnolo non ha avuto la vita facile visto che è scattato dalla sesta casella dello schieramento ma questo risultato gli è servito per rallentare il dominio del suo principale sfidante nella corsa verso il titolo, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK).

Scattato dalla seconda fila, Bautista non è riuscito a fare una buona partenza restando in sesta posizione durante tutto il primo giro di gara. Ma la sua rimonta non ha tardato ad iniziare visto che all’inizio della seconda tornata era già davanti a Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team). Due giri più tardi, il pilota di Toledo ha superato anche Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team). Al quinto giro, Bautista è andato a caccia di Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) effettuando un sorpasso alla curva 1 prima di concentrarsi su Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) nel corso del giro successivo.

fotografiePer lo spagnolo era arrivato il momento di battere Rea che a sua volta era già riuscito a piazzare la sua Kawasaki davanti a quella della giovane promessa turca, a quel punto in terza posizione. Il nordirlandese si è così trovato ad un secondo indietro rispetto a Bautista che, questa volta, è riuscito ad avere la meglio.

Commentando il suo ritorno sul gradino più alto del podio, Bautista ha spiegato: “È stato un fine settimana complicato per me soprattutto perché mi fa ancora male la spalla e non mi sento al 100%. Ieri (sabato) ho usato molte energie dopo l’incidente alla curva 1 e questa mattina mi sentivo peggio rispetto a ieri. Questo pomeriggio ho perso delle posizioni all’inizio della corsa e ho dovuto fare una rimonta ancora più impegnativa ma non ero preoccupato perché ero al comando del gruppo”.

“Durante gli ultimi due giri ho spinto molto e le gomme ne hanno risentito, non riuscivo più ad essere forte come avrei voluto. Sono stato fortunato che si trattasse dell’ultima tornata perché non avevo più forza, quindi posso dire di essere molto contento. Fino a quando la matematica lo permette, devi batterti fino alla fine. Faremo del nostro meglio e poi vedremo quale sarà il risultato finale” ha concluso lo spagnolo.

Alvaro Bautista si trova ora a 91 lunghezze dal leader della classifica generale Jonathan Rea quando ci sono ancora nove gare a disposizione. Riuscirà ad affrontare un’altra grande sfida in Francia, a Magny-Cours?

Queste alcune immagini delle giornate di Portimao viste attraverso l’obiettivo di Otto Moretti